Maxalto 2020 Collection. Paris Preview

Maxalto ha presentato a Parigi la nuova collezione 2020. Un progetto che vuole rappresentare un’evoluzione del brand, un gioco continuo di memoria e innovazione “timeless future”, unendo una serie di prodotti nuovi a un grande intervento sui best seller esistenti, dato sia da funzioni estetiche, come l’introduzione di oltre 30 nuovi tessuti esclusivi, cuciture inedite e materiali preziosi, che funzionali, quali le imbottiture.


Il progetto dunque si evolve organicamente e coerentemente, portando avanti quello spirito francese ispirato, in particolare, al Maestro Jean-Michel Frank. Per questo motivo, la scelta di presentare la nuova collezione a Parigi rappresenta ancora una volta una scelta naturale; nelle parole di Antonio Citterio infatti “La casa di Parigi è la casa di Maxalto”. Le varie stanze accolgono gli arredi scelti in toni soft, con una presenza di bianco e nero  - “il DNA del  brand” sempre nelle parole del suo direttore artistico Antonio Citterio -, creando un percorso fluido e accogliente, quasi un cocoon di arredi classici contemporanei, che coniugano materiali eccellenti, lavorazioni accurate, dettagli esclusivi e soluzioni personalizzate in termini di dimensioni e finiture. Un catalogo unitario dove l’idea di una grande casa Maxalto fatta di tante “stanze comunicanti” finalmente si concretizza. 

Tra le novità Alcor, una famiglia di contenitori, credenze, console e tavoli da pranzo accomunati da un’estetica rigorosa abbinata a superfici preziose in essenza, tra cui il nuovo caratteristico legno cileno tineo, con un motivo damier (a dama); la serie di contenitori/espositori e tavolo bassi Lithos, da posizionare anche a centro stanza; le nuove serie di divani Apollo, Aurae, Amoenus Soft e Otium Soft, caratterizzati da linee pulite e rigorose, ma al contempo morbide ed estremamente confortevoli.
 

Condividi questo contenuto