David Chipperfield

 

Fin dalla sua fondazione, nel 1985, lo studio David Chipperfield Architects realizza una vasta e diversificata serie di progetti che spaziano dal settore culturale e ricreativo a quello residenziale e commerciale, senza dimenticare le commesse pubbliche e la pianificazione urbanistica. Ospitate da musei e gallerie di tutto il mondo, le creazioni dello studio fanno parte di collezioni private come quella del Museo Jumex di Città del Messico e di collezioni di istituzioni pubbliche come quella del rinnovato Neues Museum di Berlino. Le 4 filiali dello studio (Londra, Berlino, Milano e Shanghai) lavorano a una gamma di progetti estremamente diversificata. L'attività delle varie filiali è, tuttavia, caratterizzata dalla stessa meticolosa attenzione per i dettagli di ogni progetto e da un identico e instancabile lavoro di limatura delle idee di design, lavoro il cui obiettivo è arrivare a soluzioni sempre coerenti dal punto di vista architettonico, sociale e intellettuale. L'aspetto collaborativo di questo modo di intendere l'architettura è alla base di ogni singolo progetto, dalla concezione fino al suo completamento. Nel corso degli anni lo studio David Chipperfield Architects ottiene a livello internazionale oltre 100 premi e menzioni per l'eccellenza del suo design; tra questi riconoscimenti spiccano il RIBA Stirling Prize (ottenuto nel 2007 per il Museo di letteratura moderna di Marbach, in Germania), il premio dell'Unione Europea per l'architettura contemporanea (premio Mies van der Rohe) e il Deutscher Architekturpreis nel 2011, entrambi per il Neues Museum di Berlino.

Condividi questo contenuto