Omaggio a Luigi Caccia Dominioni per raccoglierne l’eredità culturale

Corporate news

Si è recentemente conclusa all’Umanitaria a Milano la mostra che B&B Italia ha allestito nella Sala degli Affreschi per celebrare Luigi Caccia Dominioni (1913- 2016), architetto, designer ed urbanista italiano che, per l’occasione, è tornato protagonista nella sua amata Milano. Lo scorso 4 aprile B&B Italia ha infatti siglato un accordo di licenza con gli eredi di Luigi Caccia Dominioni per la produzione e distribuzione esclusiva di una selezione di suoi pezzi iconici originali, tra cui figurano alcuni dei prodotti più emblematici della storia italiana del design: le sedute Catilina, le poltrone e il divano ABCD, Toro, Nonaro, Chinotto, il pouf Cilindro, i tavoli e i tavolini Cavalletto, Fasce Cromate, Fascia specchiata, le lampade Lampada Poltrona, Base Ghisa, Monachella, Imbuto. Luigi Caccia Dominioni appartiene al ristretto gruppo di architetti precursori e fondatori del design italiano, la cui evoluzione ha profondamente segnato con opere caratterizzate da una rara sintesi di rigore espressivo, padronanza del linguaggio formale e sapere tecnologico. Ed è proprio il valore di quest’approccio al progetto che l’iniziativa di B&B Italia intende preservare e diffondere: la vasta produzione che ha accompagnato l’avventura progettuale dell’architetto Caccia Dominioni è infatti un patrimonio che ha assunto le caratteristiche dei classici moderni e B&B Italia ha voluto preservarne la trasmissione con un omaggio che ha avuto il significato di ricordare l’architetto ma anche la sua attualità. Lo scorso 17 aprile B&B Italia ha organizzato un evento esclusivo "Tribute to Luigi Caccia Dominioni" ai Chiostri dell'Umanitaria per presentare in anteprima alcuni tra i progetti iconici più significativi di Luigi Caccia Dominioni. A rappresentare l’azienda, Giorgio Busnelli, Presidente, e Armin Broger, AD, che hanno intrattenuto gli invitati in un clima decisamente piacevole. Tra gli ospiti intervenuti i designer Antonio Citterio, Naoto Fukasawa, Michael Anastassiades, Doshi Levien, Jeffrey Bernett e Monica Armani.

 

Watch the video

Condividi questo contenuto