Il salotto. Dal classico al moderno.

Quando l’industria incontra la qualità artigianale, ecco che nasce una storia di successo. 
E’ il 1975 quando inizia il racconto di Maxalto e si intreccia con la mano degli architetti Afra e Tobia Scarpa che firmano, non solo tutte le collezioni fino al 1992, ma anche l’attuale fabbrica.
maxalto the heritage title
L’arredamento della casa concepito da Afra e Tobia Scarpa si afferma rapidamente come punto di riferimento del design italiano. Una collezione di mobili di pregio in legno completamente “made in Italy”. Nell’era della plastica, quando l’entusiasmo indicava altre vie di sperimentazione, la scelta di utilizzare il legno si rivela controcorrente e molto audace. Tobia Scarpa da l’impronta a tutta la collezione: oggetti composti da materiali pregiati, come il legno, curati “pezzo per pezzo” e rifiniti da un sapiente lavoro manuale. La ricerca di oggetti iconici si unisce al desiderio di creare un ambiente in stile moderno. Uno stile che unisce la semplificazione geometrica delle forme a una qualità molto raffinata, quasi nascosta, della realizzazione.
Il tutto, recuperando - o inventando - tecniche di realizzazione artigianali. 
Da qui nascono oggetti da collezione come le sedie in legno Africa - collezione Artona, o la collezione New Harmony.

“Massa Alto”

Ricercare la più alta qualità nei materiali e nelle lavorazioni:
Maxalto punta ad un design d’eccellenza.
Anche nel nome. In dialetto veneto “massa alto” significa “il più alto”.

Collezione Artona

Poltrone, divani, letti, tavoli, contenitori

Progetto n. 251 divano Artona

Nel 1975 viene commissionato il progetto di un divano, da realizzarsi in legno. Nasce il divano Artona, con le tipiche fasce decorative ottenute dal gioco di stratificazioni di legni diversi. I braccioli piatti e lo schienale, che costituisce un unico piano con i braccioli stessi, lo rendono un oggetto icona.

Progetto n. 253 contenitori Artona

Cassettoni alti, libreria, mensola, scrittoio, armadio, cassettiera. Gli elementi contenitori Artona sono realizzati in stratificato impiallacciato a doghe di noce o palissandro. La sensibilità degli Scarpa è visibile nell’impiego di materiali pregiati, rifiniti da un pregevole lavoro manuale. La stratificazione è messa in evidenza dalla particolare smussatura nella parte terminale dei ripiani e dei fianchi.

Progetto n. 254 tavoli Artona

I tavoli Artona presentano supporti a forma di parallelepipedo decorati con filetti contrastanti. 
I piani, in radica o in resina poliuretanica satinata, sono tutti incorniciati da bordure in massello precomposto.

Africa - collezione Artona

Sedia

Collezione «Bergère»

Poltrone

Nel 1975 viene progettata la poltrona Bergère, una poltrona «classica» con i montanti in massiccio di palissandro o di noce. Alcune scanalature ricavate dalle gambe fungono da guide su cui far "scivolare" i pannelli in cuoio che costituiscono i fianchi. Le parti di contenimento, i fianchi e lo schienale sono imbottiti in morbida piuma d’oca e rivestiti in cuoio.

Collezione «New Harmony»

Sedia , tavolo e contenitori

Collezione «Damasco»

Sedie e poltroncine

Nel percorso creativo di Afra e Tobia Scarpa , Damasco rappresenta la ricerca di una nuova espressione. Sono arredi fortemente innovativi che sovvertono l’immagine consolidata dei mobili in legno. Nelle sedie, la struttura è composta da doghe di massello di noce impiallacciate in radica o in legno tinto nero, incollate a pettine. Il motivo ornamentale è dato dalla particolare lavorazione negli incavi della seduta e dello schienale.

Dal 1993 la collezione Maxalto è coordinata da Antonio Citterio. La tradizione rivive oggi sotto il segno della modernità.

Scopri di più